Introduzione di un articolo, come renderla interessante e SEO-Oriented

Introduzione di un articolo, come renderla interessante e SEO-Oriented

L’introduzione determina la frequenza di rimbalzo di un articolo, la frequenza di rimbalzo è molto importante ai fini SEO, per cui l’introduzione dei contenuti scritti di un sito web è un aspetto di ottimizzazione per i motori di ricerca.

Questo è un bel modo per scrivere l’introduzione ad un articolo che tratta proprio di introduzioni, uno degli aspetti più tecnici che un web writer deve affrontare. Quando un articolista online si trova di fronte ad un cruccio, infatti, quasi sempre è quello di come iniziare un contenuto. La “intro”, per i più raffinati l’incipit, di un testo digitale deve rispettare tre regole fondamentali:

  • Presentare il contenuto che l’utente sta per leggere
  • Contenere tutte le parole chiave per cui si desidera indicizzare la pagina
  • Attirare l’attenzione del lettore affinché egli prosegua nella lettura

In questo articolo, la nostra boutique di professionisti della scrittura online cercherà di darti un metodo per rendere facile e veloce la creazione di un’introduzione per qualsiasi pagina di un blog aziendale o sito web editoriale.

Scrivere un’introduzione SEO-oriented

Per scrivere l’introduzione di un articolo ottimizzato in ottica SEO è importante che tutte le keywords principali per cui si desidera indicizzare il contenuto vengano citate. Si può anche optare per l’inserimento di qualche parola chiave correlata o LSI, ma non forzando lo stile espressivo come molti web writer erroneamente fanno.

come iniziare un articolo online
L’introduzione è quasi sempre la parte più difficile della scrittura di un articolo online

La parola chiave principale dovrebbe comparire già nella prima riga, in modo da evidenziare chiaramente l’argomento su cui verte l’articolo. Per il posizionamento del contenuto è importante che i segnali in grado di essere colti dai motori di ricerca vadano tutti quanti sfruttati. A tal fine, una pessima idea è quella di inserire all’inizio di un articolo un link esterno senza attributo nofollow.

Subito dopo il testo, per favorire l’ottimizzazione SEO dell’introduzione e per migliorare l’impaginazione del contenuto, non è una cattiva idea quella di inserire un’immagine. Questa dovrebbe sempre contenere gli attributi importanti per l’indicizzazione: tag title, tag alt e descrizione.

Rendere accattivante il copywriting

Se l’utente non prosegue la lettura, c’è un problema con l’introduzione. Non contano solo le parole chiave, anzi: il focus deve essere sulla qualità per il lettore. L’introduzione di un articolo online deve presentare innanzi tutto il prosieguo del contenuto. Il lettore, dunque, deve poter comprendere già dalle prime righe se la pagina in questione sia o meno in grado di soddisfare la sua search intent.

Si può agire sia in ottica SEO che sull’efficacia del copywriting inserendo un titolo 1 all’inizio dell’articolo che dia un taglio interessante, in poche parole, alla materia affrontata. Anche questo dovrebbe contenere le parole chiave importanti per il pezzo ma coniugate ad uno stile naturale ed accattivante.

Esistono diversi modi per impostare una frase catching all’inizio del prezzo. Vediamone alcuni:

  • Scopo della ricerca: “Se stai cercando […]
  • Empatia: “Se stai leggendo questo articolo, probabilmente anche tu […]”
  • La cifra iniziale: “4 milioni di Italiani, ogni anno, […]”
  • Curiosità: “Due chili di botulino basterebbero per uccidere tutti gli esseri umani viventi, eppure questa sostanza […]”
  • Mano d’aiuto: “Dopo questa guida il [argomento] non avrà più segreti per te”
  • Vantaggio: “Vuoi sapere come […] ti può essere utile per […]?”
  • ecc.

Non esiste una cifra stilistica migliore di un’altra, e questo elenco potrebbe andare avanti quasi all’infinito. A seconda dell’argomento trattato, c’è sempre un buon modo per iniziare l’articolo che garantisca l’attenzione del lettore. Subito dopo questo incipit, è bene andare ad introdurre tutti i vari aspetti trattati all’interno del contenuto.

Con questo metodo ci si assicura che, nel momento in cui il lettore pone l’attenzione sul testo, egli vada a comprendere quali informazioni troverà nell’articolo. A questo punto, se queste ultime soddisfano la sua search intent, sicuramente procederà nella lettura.

intruduzione articolo seo come fare

Quanto deve essere lunga l’introduzione?

Un articolo SEO-oriented dovrebbe presentare un’introduzione lunga dalle 60 alle 150 parole. In questo range, la lettura dura meno di 30 secondi ma si possono comunque esplicitare diverse informazioni. A queste si somma eventualmente la lunghezza del titolo 1 iniziale, anche se utilizzarlo è una scelta poco diffusa. Nessuna differenza con quanto avviene quando si scrive un guest post o un contenuto di qualsiasi altro genere.

Il range di parole è abbastanza ampio in quanto esiste un passo dell’introduzione del contenuto che può essere più o meno lungo: l’esplicazione dei temi trattati. Questi vanno solo citati e poi approfonditi esclusivamente nei paragrafi dedicati; tuttavia, se sono troppi per essere trattati organicamente nella intro dell’articolo, si può motivare il lettore a procedere spiegando quali vantaggi -in linea generale- la lettura delle informazioni contenute nel testo possa apportare.

Gli errori più comuni nelle introduzioni degli articoli online

Anche se lo stile di scrittura è una questione molto personale, ci sono degli errori che non si dovrebbero commettere nel momento in cui si scrive l’introduzione ad un articolo. Queste pecche possono aumentare significativamente il numero di persone che non proseguono nella lettura, quindi meglio prevenire:

  1. Scrivere un’introduzione troppo piatta, informativa, non accattivante
  2. Introdurre argomenti diversi da quelli che il titolo lascerebbe pensare (di conseguenza l’utente non soddisfa la sua search intent)
  3. Lasciare in sospeso gli argomenti trattati in seguito
  4. Ripetere eccessivamente le parole chiave, abbandonando uno stile naturale e infastidendo l’utente di conseguenza
  5. Provare ad inserire un link affiliate con eccessiva spinta enfatica verso il clic

Applicando queste nozioni si può essere sicuri di scrivere una buona introduzione ad un articolo online, piacevole per il lettore e favorevole per il posizionamento sui motori di ricerca. Al di là di queste tecniche, per eccellere realmente con le descrizioni non si può fare a meno di tanta pratica.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.