I 5 Step per diventare Web Writer e lavorare da casa

I 5 Step per diventare Web Writer e lavorare da casa

Il Web Writer è il professionista che si occupa di scrivere contenuti editoriali per il web. Essendo un lavoro completamente svolto online, si apre facilmente la strada ad un bivio che in molti hanno difficoltà a superare: meglio lavorare da casa come freelance o entrare in un’agenzia? Rispondere a questa domanda comporta un’analisi costi-benefici, soprattutto in termini di opportunità offerte da entrambe le prospettive.

Lavorare come Web Writer da casa è senza dubbio un piano di carriera che consente di ottimizzare tanti aspetti della vita. Nessun viaggio verso l’ufficio, gestione flessibile degli orari, decisione autonoma di come distribuire il carico di lavoro e altri vantaggi ancora. Tutto questo ha come contraltare un solo dubbio, ma di non poco conto: si riesce a lavorare e guadagnare abbastanza?

La risposta dipende da tanti aspetti che, se vuoi lavorare come articolista online, devi considerare. In sostanza è possibile vivere di scrittura e lo si può fare senza entrare in nessuna agenzia; se sei bravo lo puoi fare anche tu, ma non dimenticarti di tenere insieme tutti i tasselli.

web writer lavoro
Lavorare come web writer da casa è possibile: basta attenersi ad un percorso di crescita continuo e sostenibile

Primo step: formazione da Web Writer

Essere SEO Content Writer, più semplicemente Web Writer, non significa solo creare contenuti interessanti e ben scritti. Il web, infatti, è una destinazione editoriale che impone di seguire regole piuttosto precise. Prima fra tutte è la SEO on-page, in quanto gli articolisti lavorano solitamente con l’intento di posizionare nel migliore dei modi i propri lavori sui motori di ricerca.

Scrivere degli articoli ottimizzati dal punto di vista SEO è fondamentale, ma non sufficiente. Più competenze hai, infatti, più le tue possibilità di fare il web writer da casa con successo aumentano. Impara a creare e gestire l’intero piano editoriale di un sito web, a portare gli utenti a cliccare dove vuoi che clicchino, a fare ricerca per le parole chiave da suggerire ai clienti e così via. Con il tempo dovresti diventare un vero braccio destro dei consulenti SEO, essere il loro uomo di fiducia. Questo ti toglierà il pensiero di dover trovare continuamente nuovi clienti.

Secondo step: strumenti dell’articolista

Ogni lavoro ha bisogno dei suoi attrezzi, fisici o digitali che siano. Anche il SEO copywriter ha i suoi strumenti:

  • Un PC, che non deve necessariamente essere un top di gamma. Non hai bisogno di processori potenti per utilizzare Word o i CMS, né per entrare nel back-end di un sito web o altro. Il mestiere dell’articolista non richiede grande potenza di calcolo per essere svolto.
  • Se vuoi lavorare come web writer da casa non puoi fare a meno di avere una connessione, pare scontato. Su questa ti sarà utile spendere un po’di più, per risparmiare del tempo in inutili attese di caricamento delle pagine.
  • Se sei un vero articolista dovresti avere un tool per la ricerca delle parole chiave, che sia AdWords Keyword Planner, Keywoordtool.io o qualsiasi prodotto analogo ben funzionante.
  • In quanto SEO Copywriter dovresti sapere utilizzare Google Analytics, anche se non è indispensabile. Se non sai su cosa formarti perché hai già tutte le altre competenze necessarie, focalizzati su questo.
  • Infine dovresti avere uno strumento per l’analisi generica dei siti web. Se lavori in italiano, il più raccomandato è Seozoom.

Terzo step: partita IVA sì, partita IVA no

Un articolista freelance è un professionista a tutti gli effetti, ed in quanto tale deve rispettare le normative fiscali. Se lavori da casa regolarmente e guadagni più di 5.000 euro l’anno, benvenuto nel club: dovrai aprire la partita IVA.

Finché lavori da solo, senza una redazione, il consiglio è quello di rimanere nel regime forfettario. Non avrai una soglia minima di contributi da versare, non dovrai preoccuparti della liquidazione dell’IVA e godrai di un’imposta sostitutiva globale del 15%. Poiché lavorare come web writer da casa non comporta grandi costi, la pecca di questo regime (l’impossibilità di scaricare tutti i costi di esercizio) non è d’intralcio.

Poiché il regime forfettario consente di fatturare fino a 30.000 euro l’anno mantenendo tutte le agevolazioni, per un copywriter freelance si tratta davvero di una soluzione ideale. Nel caso dovessi oltrepassare questa cifra potrai sempre inserirti nel regime ordinario convertendo la tua partita IVA; attenzione, però, a valutarne la convenienza. Fino ad una soglia discretamente superiore al limite amministrativo, infatti, è più conveniente rifiutare i nuovi incarichi mantenendo le agevolazioni rispetto a svolgerli convertendo la partita IVA.

seo writer lavoro
Il SEO content writer è una figura molto richiesta, ma sono in tanti ad improvvisarsi tali senza averne le competenze

Quarto step: da dove iniziare per fare il web writer da casa?

Come tutti i lavori, anche quello del web writer non risparmia a chi lo intraprende un po’di “gavetta”. All’inizio serve imparare e per farlo bisogna testare sulla propria pelle qualche sbaglio: ci sarà tempo per correggere il tiro. Quando ancora non si è in grado di scrivere contenuti che si posizionino bene nella SERP, senza citare mansioni più complesse, ci si deve accontentare.

Girando sui forum di settore, controllando i portali di annunci e provando a fare qualche contatto tramite LinkedIn non ti dovrebbe essere difficile trovare i tuoi primi incarichi. Se c’è una legge del mercato sempre vera, infatti, è che il mondo ha bisogno di articolisti (bravi) ma non è disposto a pagarli bene. Poco male, inizialmente bisogna costruire un portfolio e venire pubblicati. Un buon modo per cominciare è quello di scrivere testi per i blog aziandali.

Ricordati di raccogliere i testi che scrivi annotando l’URL ed il posizionamento che ottengono. Seleziona i migliori, osserva quelli che si posizionano meglio nella SERP e fanne il tuo cavallo da battaglia. Quando alla porta busseranno degli annunci più competitivi, non c’è dubbio, i tuoi lavori pregressi saranno fondamentali per aggiudicarti l’incarico. Muovendoti così, puntando sempre più in alto e costruendo skills sempre più approfondite, lavorare come web writer da casa e avere successo diventa possibile.

Quinto step: migliorare sempre

Hai imparato il mestiere, ti sei attrezzato e hai trovato i tuoi primi lavori. Ora però ti rendi conto che la professione del web writer da casa è poco retribuita e che richiede uno sforzo mentale non indifferente per essere svolta più di tre ore al giorno. Che fare?

La verità è che migliorando continuamente avrai la possibilità di aumentare i tuoi guadagni, il prestigio del tuo lavoro e le tue prospettive di carriera. Impara a scrivere in un modo in cui gli altri non sanno fare, crea una tua impronta stilistica e non smettere mai di migliorare il livello delle tue collaborazioni.

Ricorda che nel mondo dell’editoria online ci sono dei siti web che hanno risultati molto importanti: questi hanno tutto l’interesse nell’assumere i migliori articolisti e retribuirli adeguatamente. Nel tempo, un bravo web writer che lavora da casa può senza dubbio creare un reddito che gli consenta di farne l’unico mestiere della sua vita.  Tutto sta nell’aggettivo “bravo”, sottovalutato alle volte, che fa dire a chi non ce l’ha fatta “Non si può fare”.

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.